UNESCO EDU

SENSIBILIZZARE AL PATRIMONIO NAZIONALE, STRUMENTO FORMATIVO DI INTEGRAZIONE PER GLI STUDENTI

Il Comitato Giovani della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO ed il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca creano dei laboratori formativi di eccellenza sul patrimonio nazionale e le attività dell’UNESCO.

Unesco giovani - Progetto scuoleIl progetto educativo per le scuole e le università UNESCOEdu formulato dalla Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO Comitato Giovani, in accordo con il MIUR, prevede la realizzazione di un programma rivolto alle istituzioni scolastiche al fine di ampliare la conoscenza degli studenti italiani in merito alle attività condotte dall’UNESCO e di stimolarne una maggiore sensibilizzazione. I temi che s’intendono approfondire, adoperando tools e strategie diversi in base al grado d’istruzione del target, riflettono i programmi operativi sviluppati dall’UNESCO nei campi dell’Educazione, della Comunicazione e informazione, delle Scienze naturali, delle Scienze umane e sociali, e della Cultura.

Il set operativo è la scuola, laboratorio formativo per eccellenza, luogo in cui il sapere e la conoscenza possono condurre all’integrazione. L’obiettivo è l’assimilazione e la diffusione delle tematiche UNESCO nel rispetto del diritto allo studio, all’ apprendimento e contro ogni forma di esclusione.

Il progetto è rivolto ai tre cicli d’istruzione: primaria, secondaria (divisa per primo e secondo grado) e infine istruzione superiore. Le modalità saranno diverse:

  • Una sperimentazione diretta attuata in diversi ambiti di apprendimento (storico, archeologico, scientifico) in settori della produzione e della ricerca, sia per studenti che per insegnanti;
  • ­ La realizzazione di laboratori nei vari Istituti e Scuole in cui poter rendere concreta la sperimentazione;
  • ­ L’organizzazione di un piano didattico che preveda uscite conoscitive ed esplorative sul territorio di appartenenza per prendere visione e coscienza delle peculiari ricchezze del proprio ambiente (naturale, storico, sociale);
  • ­ La promozione di un ciclo di lezioni aperte a giovani stranieri da poco immigrati per far loro conoscere la cultura e le tradizioni del nostro Paese;
  • ­ L’organizzazione di incontri rilevanti a livello internazionale, in cui personaggi di spicco nel mondo della cultura si rivolgano agli studenti, nell’intento di uno scambio intergenerazionale e multiculturale.

www.istruzione.it
scarica il protocollo
scarica il documento