21 Feb 2017
COPERTINA FB

Le tematiche UNESCO nelle scuole di tutta Italia grazie al progetto UNESCOedu, il programma nazionale destinato a scuole e università di UNESCOgiovani

Sensibilizzare i giovani ai temi e valori dell’UNESCO, educarli a una cittadinanza attiva e consapevole, formarli alla conoscenza del proprio territorio. Sono alcuni degli obiettivi del progetto UNESCOEdu, il programma nazionale di educazione destinato a scuole e università promosso dal Comitato Giovani della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO di concerto con il Ministero per l’Istruzione, Università e Ricerca. Nell’ambito del Protocollo d’Intesa siglato con il MIUR il 19 gennaio 2016, UNESCOgiovani ha avviato questo progetto in ogni regione d’Italia, con l’intenzione di portare nelle classi, da Nord a Sud, i programmi operativi sviluppati dall’UNESCO in ambito internazionale nei campi dell’Educazione, della Comunicazione e informazione, delle Scienze naturali, delle Scienze umane e sociali e della Cultura.

Più di 2000 studenti e oltre 60 istituzioni scolastiche coinvolte in UNESCOedu, un progetto che tocca 44 città e 13 siti patrimonio UNESCO, prevedendo oltre 2400 ore di laboratorio e mettendo insieme 77 enti pubblici e 55 aziende private.

UNESCOedu conivolge istituti scolastici in tutto il territorio nazionale, ed è stato declinato localmente dai singoli comitati regionali scegliendo una specifica tematica unescana da approfondire. Le attività prevedono un ciclo di lezioni frontali sull’UNESCO e i programmi internazionali promossi, e utilizzeranno una modalità di didattica innovativa prevedendo inoltre incontri con esperti e professionisti che operano nel mondo della cultura, delle scienze naturali e delle scienze umane e sociali e la collaborazione con soggetti pubblici e privati dal territorio. In molte Regioni, inoltre, i laboratori garantiranno la possibilità di avviare percorsi di alternanza scuola/lavoro che potranno essere progettati secondo le specifiche necessità territoriali e che potranno essere avviati attraverso ulteriori accordi fra il Comitato Giovani regionale e l’Ufficio scolastico regionale di riferimento.

Il progetto sta per partire nelle diverse regioni d’Italia: ecco alcuni numeri!

44 città

60 istituzione scolastiche coinvolte

oltre 2000 studenti

2400 ore di laboratorio

77 enti pubblici

55 aziende private

13 patrimoni UNESCO