22 Feb 2017

Giochi e nuove tecnologie protagoniste a “Let’s play videogame”: anche UNESCOgiovani al Festival del Videogioco

Let’s Play VideoGame è l’evento dedicato ai videogiochi che si svolgerà a Roma dal 15 al 19 marzo 2017 al Guido Reni District, l’area dell’ex caserma collocata proprio di fronte al MAXXI. Obiettivo dell’appuntamento, patrocinato dalla Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO e organizzato in cooperazione con UNESCOgiovani, è coniugare e far incontrare elementi ludici e nuove tecnologie, creatività a economia digitale, grandi operatori e piccole ma innovative imprese di designer creativi, attori dell’industria e istituzioni attente a quanto si muove a cavallo tra mercato e società. Nel corso dell’evento spazio poi al confronto su molti temi, dal rapporto tra i videogiochi e le politiche della cultura, all’edutainment, all’intreccio tra videogiochi, sport e salute.

Nell’ambito del Festival, UNESCO Giovani organizza, in partnership con Artplace, un workshop dal titolo “SMART COMMUNITIES NEED SMART MUSEUMS. Cultura, musei e innovazione si incontrano”, che si terrà il 15 marzo a partire dalle 15. Il giorno successivo, Antonio Libonati, Segretario Generale di UNESCO Giovani, interviene nel panel “Viaggi virtuali per turisti reali. Il videogioco e la valorizzazione dei territori”. “Il gioco rappresenta un elemento cardine delle pratiche si sviluppo educativo, didattico e culturale in genere. Dal canto suo il videogioco è ormai espressione della cultura contemporanea ma anche luogo di creazione di nuove forme di narrazione, di sperimentazione tecnologica e di interazione sociale a cavallo tra creatività, innovazione, arte e comunicazione di massa”, spiega Libonati. “Anche per questo la CNI UNESCO ha deciso di patrocinare il Festival e come UNESCO Giovani abbiamo cooperato fattivamente alla sua realizzazione”.

I capannoni industriali delle vecchie officine novecentesche dell’Esercito, oggi trasformate in un luogo di cultura ed eventi, accoglieranno gli appassionati che vorranno conoscere e provare, oltre ai grandi classici, nuovi giochi, ma anche i bambini e i giovani che vorranno cimentarsi nella programmazione e avvicinarsi al mondo degli sviluppatori, i docenti che vorranno aggiornarsi rispetto ai nuovi metodi di apprendimento basati sull’interattività del videogioco, gli YouTubers che parleranno di creatività e dedizione, originalità e voglia di divertire. Parallelamente, gli spazi di via Guido Reni saranno animati da un calendario fitto di incontri tra operatori italiani e internazionali, esperti, giornalisti e istituzioni.

Ecco il link al sito con tutte le informazioni e il programma dettagliato